Dal 5 marzo fino al 10 aprile micro e piccole imprese manifatturiere, edili e artigiane possono presentare domanda di partecipazione al bando Faber, il contributo a fondo perduto stanziato da Regione Lombardia.
Fatturazione elettronica obbligatoria all’italiana. In che senso? Che la normativa è entrata in vigore ma l’applicazione si scontra con una serie di problemi applicativi. Primo tra tutti la corretta compilazione dei campi messi a disposizione dei provider che hanno messo a sistema la fatturazione elettronica, sviluppandone la programmazione.
La fatturazione elettronica B2B, obbligatoria dal 1° gennaio 2019 e dal 1° luglio 2018 per il settore dei carburanti, prosegue nel suo percorso di applicabilità e la Commissione europea ha redatto la proposta che il Consiglio UE dovrà approvare all’unanimità, con la quale autorizza lo Stato italiano a imporre l’adempimento ai soggetti passivi IVA.
La dematerializzazione dei documenti cartacei, che oggi è diventata un’esigenza molto sentita dagli operatori di mercato, è il risultato di un percorso fatto in continua rincorsa all’evoluzione tecnologica e che ha subito un’accelerazione con la prima legge Bassanini del 1997, la normativa che ha sancito la validità giuridica dei documenti elettronici.
La Commissione Europea ha adottato nel 2012 la proposta di un Regolamento Generale sulla protezione dei dati che è stato approvato il 14 aprile 2016, dopo anni di complesse trattative.
I finanziamenti agevolati della Nuova Sabatini per le imprese che acquistano nuovi beni strumentali sono stati prorogati fino alla fine del 2018 e il 20% è riservato alle PMI che investono nel digitale.
Registratori di cassa in rottamazione. Con il provvedimento del 28 febbraio 2019, l’Agenzia delle entrate ha stabilito delle agevolazioni per il cambio: per gli acquisti effettuati tra il 2019 e il 2020 scatta il bonus fiscale. Credito d'imposta del 50% fino a 250 euro. Previsto anche un piccolo contributo per chi sceglie di adattare i vecchi registratori al regime dello scontrino elettronico.
Toner e cartucce sono classificati come rifiuti speciali e, come tali, non rientrano nel normale circuito della raccolta differenziata. L’ultima evoluzione normativa ha imposto nuove procedure amministrative. Chi non è in regola rischia pesanti sanzioni. Ecco una guida utile a capire come risolvere una gestione corretta.
Retailer, oggi c’è un motivo in più per investire: la Regione Lombardia ha stanziato 9,5 milioni di Euro a sostegno di micro, piccole e medie imprese commerciali che investono in soluzioni e sistemi digitali per i propri negozi.