In un momento così delicato per il nostro Paese e per il mondo intero ci stiamo impegnando per rispondere alle richieste di tutti i nostri clienti e stiamo lavorando per garantire la continuità dei servizi e dei progetti.
Lotteria degli scontrini e registratori telematici: cosa bisogna sapere? Scopri tutte le novità che verranno introdotte da gennaio 2021.
Il Team Guttadauro è pronto a sostenerti in questo processo e a favore delle aziende vi è il bando “Restart digitale” che garantisce contributi destinati allo sviluppo di prodotti e servizi digitali, oggi più che mai elemento fondamentale per rendere l’impresa competitiva.
Il Bando Voucher Digitali I4.0 2020 è destinato a tutte le micro, piccole e medie imprese che hanno la propria sede legale o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Como-Lecco.
Anche per il Team di Guttadauro Network è tempo di vacanze, ma non ti preoccupare ti garantiamo comunque il nostro supporto. Consulta gli orari!
Dal 1° novembre 2019 siamo fieri di poter rappresentare HPE sul territorio. Per noi di Guttadauro HPE rappresenta una realtà fresca, dinamica, che introduce continuamente nuovi prodotti e servizi, esplora la tecnologia e le tendenze di mercato e fornisce informazioni dettagliate di settore e le migliori pratiche da applicare.
Dal 5 marzo fino al 10 aprile micro e piccole imprese manifatturiere, edili e artigiane possono presentare domanda di partecipazione al bando Faber, il contributo a fondo perduto stanziato da Regione Lombardia.
Fatturazione elettronica obbligatoria all’italiana. In che senso? Che la normativa è entrata in vigore ma l’applicazione si scontra con una serie di problemi applicativi. Primo tra tutti la corretta compilazione dei campi messi a disposizione dei provider che hanno messo a sistema la fatturazione elettronica, sviluppandone la programmazione.
La fatturazione elettronica B2B, obbligatoria dal 1° gennaio 2019 e dal 1° luglio 2018 per il settore dei carburanti, prosegue nel suo percorso di applicabilità e la Commissione europea ha redatto la proposta che il Consiglio UE dovrà approvare all’unanimità, con la quale autorizza lo Stato italiano a imporre l’adempimento ai soggetti passivi IVA.