Vuoi introdurre lo smart working in azienda? Guttadauro ti sostiene passo dopo passo

“Tutti abbiamo una missione comune, ed è quella di realizzare il nostro potenziale, di diventare ciò che siamo”: così disse lo psichiatra e antropologo cileno Claudio Naranjo nel corso di un’intervista rilasciata nel 2012.
  •  
  •  
  •  
  •  

“Tutti abbiamo una missione comune, ed è quella di realizzare il nostro potenziale, di diventare ciò che siamo”: così disse lo psichiatra e antropologo cileno Claudio Naranjo nel corso di un’intervista rilasciata nel 2012.

Una tesi, questa, che vale a maggior ragione quando si parla della mansione che ognuno di noi ricopre in ambito lavorativo. Che si tratti di un dipendente o di un dirigente, infatti, l’obiettivo di tutti i lavoratori è quello di trovare il massimo della realizzazione per le proprie aspirazioni, implementando così non solo le skill personali ma anche le prestazioni dell’azienda per la quale lavora.

E proprio su questi principi si basa il concetto di smart working, un vero e proprio metodo che rende “agile” il lavoro dei dipendenti nell’ottica di smaltire una serie di processi e di permettere alle aziende di raggiungere i propri obiettivi con maggiore facilità e velocità. Pratica molto diffusa in Europa, anche in Italia ha trovato, dallo scorso maggio, un riconoscimento giuridico nell’approvazione in Senato della legge 81/2017.

I risultati raggiunti sono sorprendenti: secondo una ricerca dell’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano, infatti, gli smart worker in Italia sono passati dal 3% del 2013 all’8% del 2017, per un totale di 305.000. Ma la strada è ancora tanta da fare, specie per le PMI: la mancanza di informazioni frena lo sviluppo di questa pratica, con il risultato che solo nel 7% dei casi di piccole e medie imprese nostrane sono presenti iniziative strutturate di lavoro “smart”.

La soluzione migliore per uscire da questo stato di impasse è quella di rivolgersi a specialisti del mestiere che possano fornire indicazioni e strumenti utili alle imprese: è il caso di Guttadauro, network di professionisti che da anni offre alle aziende consulenza, progetti e soluzioni nei diversi ambiti di applicazione dell’IT. La sua esperienza si concretizza in un servizio completo, che va dalla consulenza all’applicazione pratica del lavoro agile. Pronto a trasformare la tua azienda in un vero e proprio progetto del futuro? Ecco i passi da seguire:

Formazione

Uno dei punti più importanti da toccare quando si intraprende una strada nuova è quella di capire fino in fondo principi e finalità della nuova strategia. Lo stesso discorso vale a maggior ragione per il lavoro “smart”, pratica che esiste da tempo ma che solo recentemente ha trovato un corrispettivo giuridico nel nostro ordinamento.

Per evitare di incorrere in fraintendimenti o errori dettati dall’inesperienza, Guttadauro è in grado di fornire a chi ne faccia richiesta una dettagliata preparazione sulla materia dello smart working, in modo da agevolare il lavoro tanto dei dirigenti quanto dei dipendenti. Ai primi, infatti, deve essere ben chiaro cosa voglia dire lavorare in modo agile e quali siano i benefici che un metodo di questo tipo porta al profitto dell’azienda. D’altra parte, ai dipendenti devono essere fornite le giuste indicazioni, anche in termini contrattualistici, per operare scelte oculate e rispettose dei propri diritti di lavoratori.

Tecnologia

Il mezzo con cui mettere in pratica i principi sin qui dettati è senza dubbio quello della tecnologia: hardware e software sono gli strumenti principali che aiutano dirigenti e dipendenti a collaborare anche da remoto.

Guttadauro, forte di un’esperienza trentennale nel campo dell’IT, è in grado di offrire alle aziende non solo il proprio know-how ma anche tutta la strumentazione necessaria per rimanere sempre in contatto. Panorama Necto, per esempio, è la piattaforma di Business Intelligence che permette di visualizzare, condividere e analizzare dati nella prospettiva della visual BI. Uno strumento di questo tipo è necessario per tenere sotto controllo e condividere i risultati dello smart working in azienda.

Infrastrutture

Ultimo ma non meno importante punto a cui prestare attenzione quando si ripensa un’azienda in ottica smart è quello costituito dalla vivibilità dei luoghi di lavoro. Pensaci: quanto poco giovano ai dipendenti e alla loro produttività spazi angusti, sguarniti di facilities e della strumentazione necessaria per lavorare al meglio?

Ancora una volta Guttadauro è in grado di pensare alla soluzione ideale per ogni azienda fornendo un servizio di consulenza sulla progettazione degli spazi e delle infrastrutture in cui ogni giorno si lavora: coworking e open space diventano così le parole d’ordine da cui partire.

Richiedici una consulenza

ICT Project Manager

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi