Come lo storico può aumentare le vendite della tua rete di agenti

La rete vendita di un’azienda rappresenta uno degli anelli fondamentali del processo di distribuzione ed erogazione di servizi e prodotti. Saperla gestire al meglio costituisce dunque uno strumento in più per aumentare al massimo le potenzialità e l’efficacia degli agenti commerciali, e dunque, per aumentare le vendite.
  •  
  •  
  •  
  •  

La rete vendita di un’azienda rappresenta uno degli anelli fondamentali del processo di distribuzione ed erogazione di servizi e prodotti. Saperla gestire al meglio costituisce dunque uno strumento in più per aumentare al massimo le potenzialità e l’efficacia degli agenti commerciali, e dunque, per aumentare le vendite.

L’importanza di organizzare il lavoro

Di certo puntare sul versante più “umano” di questo lavoro permette di raggiungere buoni obiettivi: motivare, aiutare e fare sistema con gli altri agenti di commercio rappresenta un plus per implementare il lavoro della squadra. Ma tutto questo non basta. Bisogna infatti anche avere la capacità di organizzare al meglio il lavoro di tutti, affinché non vengano persi tempo ed energie e, al contrario, si possano razionalizzare al meglio tempi e spazi, per raggiungere buoni risultati nel minor tempo possibile.

Per farlo è possibile ricorrere ancora ai vecchi metodi di gestione del lavoro pre-computer, ma per fortuna nell’era 2.0 questo processo viene perfezionato dall’uso di programmi che migliorano il lavoro di squadra. Tra questi ricoprono grande importanza quelli che tracciano lo storico vendite di ciascun cliente.

Avere traccia delle vendite

Questa opzione è tanto utile nella buona gestione del rapporto fra cliente e commerciante quanto importante per raggiungere l’indispensabile obiettivo di aumentare le vendite. Con un programma per lo storico vendite, infatti, è possibile avere traccia di tutte le transazioni: a memorizzare ciascun passaggio ci pensano sistemi che permettono di risalire in qualsiasi momento a tutte le informazioni disponibili.

Non si tratta solo di mera burocrazia: di certo uno strumento del genere aiuta a tenere in memoria le descrizioni di una fattura, la data di emissione e quella del saldo. Tuttavia lo storico vendite aiuta anche in una più difficile (ma non meno importante) mansione, che è quella di ricordare elementi tipici di ogni cliente che assecondano i gusti personali di ciascuno: per esempio, in quale frangente il cliente ha effettuato un acquisto, se e quali sconti sono stati applicati e quali scambi (e per quale motivo) sono stati fatti.

Gli strumenti “vecchio stile”

Insomma, quello dello storico vendite è davvero un modo per aumentare la capacità di distribuzione di prodotti e servizi propria di ciascun agente di commercio, con il risultato che anche il direttore vendite ne trarrà giovamento.

Come dicevamo, esistono diversi metodi che aiutano nella gestione di un lavoro tanto importante: alcuni di questi fanno riferimento ancora al vecchio modo di gestione delle mansioni e si basano ancora sul tramando orale delle informazioni o sull’uso di strumenti quali carta e penna per appuntare e tracciare le vendite. Essi hanno ancora un potenziale di efficacia, ma di sicuro rappresentano un dispendio di tempo e una spesa di energie che potrebbero rallentare l’intera gestione.

I sistemi più moderni

Diversi, invece, sono i vantaggi che l’automazione della forza vendita porta da diversi anni a questa parte con sé in azienda. Da questo punto di vista l’aspetto più interessante è che il venditore può seguire da vicino tutti gli aspetti, da quelli legati al contatto con il cliente a quelli che riguardano più direttamente la vendita.

Allo stesso tempo, un processo di questo tipo fa sì che molti dati interessanti del processo di vendita siano disponibili anche ad altri membri dell’azienda per i quali è importante essere a conoscenza di contatti e pianificazioni. Tutto questo si muove poi nell’ottica di una vera e propria standardizzare di alcuni processi di vendita che, a loro volta, permettono di concentrarsi sul miglioramento della qualità e l’efficacia del rapporto con i clienti, siano essi fidelizzati o potenziali.

Cosa scegliere?

Diversi sono i tool che il pc e la rete offrono a questo scopo. Il primo e più semplice è rappresentato da una tabella Excel, sulla quale si possono raccogliere semplici e brevi informazioni sulle vendite effettuate.

Per avere sempre a portata di mano uno strumento come questo, poi, esistono le app, scaricabili su smartphone o tablet: queste permettono un utilizzo del programma da mobile, in modo che in qualunque momento sia possibile collegarsi e lavorare. Un ulteriore aiuto nella memorizzazione dello storico delle vendite è rappresentato dai programmi installabili su pc: in rete se ne trovano molti, con diversi gradi di difficoltà d’uso (e, quindi, di efficacia).

Lavori nelle vendite? Scopri come cambia il mondo del sales. Scarica gratuitamente il nostro ebook!

Scarica l'ebook

Product Manager/Project Manager

La mia esperienza professionale è sempre stata molto trasversale e mi ha portato a conoscere diversi aspetti delle tecnologie digitali e maturare esperienza con cui aiutare le aziende a realizzare progetti innovativi.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi